ABOUT

 

Massimiliano Dell'Olivo

Nato a Belluno il 1 settembre 1982. Appassionatosi al disegno tecnico durante le scuole inferiori, si diploma geometra nel 2001 a Feltre.

Nello stesso anno si iscrive al corso di ingegneria edile architettura presso l’Università degli studi di Trento.

Accortosi della propensione per gli studi artistico-umanistici, sceglie di trasferirsi presso l’Università IUAV di Venezia.

Al conseguimento del diploma di laurea triennale in scienze dell’architettura, si distacca momentaneamente dagli studi universitari per lavorare presso lo studio dell’arch. Daniele Ganz – ISAE – La Cambre – Bruxelles.

Dal 2007 segue il corso di laurea specialistica in architettura con indirizzo sostenibilità, durante il quale viene selezionato dallo studio “C+S associati Carlo Cappai e Maria Alessandra Segantini architetti” per lo svolgimento di un tirocinio formativo della durata di alcuni mesi.

Si diploma nel 2009 con il massimo dei voti e la lode presentando la tesi dal titolo: “La città della montagna” con relatore il prof. Benno Albrecht.

Nel 2010 riceve il premio “Le Dolomiti” per i suoi studi di architettura e urbanistica nel campo della sostenibilità e dello sviluppo alpino con particolare riferimento all’area delle Dolomiti patrimonio dell’umanità.

Nel 2012 fonda insieme a quattro amici Dolomiti Architetture un collettivo di giovani architetti che ha ideato e portato a compimento il progetto del primo padiglione dell’architettura delle Dolomiti, un fuori salone ispirato al tema della 13. Biennale di Architettura di Venezia.

Da sempre sensibile ai temi dell’ambiente e del territorio dal 2013 è delegato del FAI Fondo Ambiente Italiano per la provincia di Belluno.

Attualmente esercita la libera professione e si occupa di consulenze nei campi della grafica, del design e della progettazione architettonica, urbana e sostenibile.